Descrizione tecnica impianto


L'impianto Edison per la generazione di energia sito nel Comune di Torviscosa è basato sulla tecnologia a ciclo combinato che prevede la produzione di energia elettrica con l'utilizzo di gas naturale, attraverso due turbine a gas (TG1, TG2) e una turbina a vapore (TV) alimentata dal vapore prodotto da due generatori di vapore a recupero (GVR), che sfruttano l'energia termica dei fumi di scarico dei due TG. Il vapore esausto in uscita dal ciclo di produzione TV viene condensato in condensatore raffreddato ad acqua e recuperato nel ciclo termico di impianto. Una piccola parte del vapore prodotto viene spillato dalla TV e consegnato a due diversi livelli di pressione al gruppo industriale Ex Caffaro per essere impiegato nel processo produttivo. La centrale è anche dotata di una caldaia ausiliaria (GVA) del tipo tradizionale destinata a produrre il vapore necessario agli ausiliari di centrale e allo stabilimento produttivo nei periodi di fermata ciclo combinato.


    Turbina a gas
La turbina a gas rappresenta il motore primo dell'impianto, in essa si realizza il ciclo termodinamico Brayton. Nel ciclo Brayton il fluido di lavoro è l'aria ambiente, che viene convogliata attraverso un sistema filtrante all'ingresso del compressore assiale, e da qui alla camera di combustione dove ha luogo la miscelazione con il gas e l'accensione della miscela.
I gas combusti attraversano quindi le varie sezioni della turbina a gas cedendo l'energia alle pale che la trasformano in lavoro meccanico provocando la rotazione dell'albero. L'albero turbina è collegato all'alternatore che la converte l'energia meccanica in energia elettrica.
I gas esausti prodotti dalla combustione, molto caldi, in uscita dalla turbina, sono convogliati al generatore di vapore a recupero (GVR) dove cedono l'energia termica al fluido acqua - vapore attraverso i banchi di scambio producendo vapore a tre livelli di pressione. All'interno dei GVR i fumi si raffreddano progressivamente, fino a raggiungere un livello energetico che non consente nessun utilizzo nel ciclo termico e vengono quindi immessi in atmosfera attraverso i camini.


    Ciclo termico
Il ciclo termico, che interessa i GVR, la TV ed il condensatore ad acqua, viene realizzato con il ciclo Rankine, il fluido di lavoro è l'acqua, negli stati fisici liquido e vapore.
Il ciclo inizia nel serbatoio di raccolta del condensato che riceve il condensato dal condensatore. Dal serbatoio di raccolta condensato l'acqua alimento è inviata al preriscaldatore del GVR e dai qui al degasatore integrato al corpo cilindrico di bassa pressione (BP). Dal corpo cilindrico BP due pompe di alimento mandano l'acqua alimento agli economizzatori di alta pressione (AP) e da qui al corpo cilindrico di alta pressione. Il vapore AP aumenta di temperatura transitando nel surriscaldatore AP.
Il vapore surriscaldato di AP viene convogliato mediante le linee vapore AP alla turbina a vapore. Nella turbina il vapore converte il proprio contenuto entalpico in energia meccanica con la rotazione dell'albero della turbina, al quale è collegato l'alternatore dove avviene la conversione dell'energia meccanica in energia elettrica.
Il vapore AP, al termine del ciclo di lavoro nella prima sezione di turbina, raggiunge le caratteristiche fisiche della media pressione (MP), e viene inviato nuovamente al GVR mediante la linea del Risurriscaldato Freddo (RHF).
Il vapore in arrivo dalla TV attraverso l'RHF viene miscelato con il vapore di MP prodotto dal corpo cilindrico di media pressione (cc MP). La portata di vapore di media pressione entra nel risurriscaldatore (RH) dove attraverso lo scambio con i fumi caldi di caldaia aumenta di temperatura e torna ad acquisire le caratteristiche di surriscaldato idonee per la nuova immissione in TV.
Il vapore uscente dall'RH viene quindi inviato in TV nella sezione di media pressione e successivamente a quello di bassa pressione dove termina il ciclo di espansione vapore prima di raggiungere il condensatore.
Il vapore esausto viene trasferito al condensatore dove il calore di condensazione viene ceduto all'atmosfera attraverso i banchi di scambio vapore-acqua/acqua. I banchi del condensatore sono formati da file di tubi alettati, investiti dall'alto esternamente dal vapore residuo in arrivo dalla cassa di scarico della TV. Il vapore investendo i fasci tubieri, raffreddati con il passaggio interno dall'acqua di torre, si raffredda e condensa. Il condensato raccolto nella parte bassa del condensatore viene convogliato al serbatoio di raccolta, disponibile per il nuovo ciclo termico.